Indice del forum

Energia Nuova

Nuove energie stanno arrivando

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Obrigado Ayrton !
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Un po' di tutto...
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Harlock




Admin

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 48
Registrato: 20/10/09 23:35
Messaggi: 3888
Harlock is offline 

Località: VE-Mestre





italy
MessaggioInviato: Ven Nov 06, 13:44:25    Oggetto:  Obrigado Ayrton !
Descrizione:
Rispondi citando

Il Dio del Vento


C'era una volta un vento profumato del Brasile, era un venticello allegro che amava giocare con le nuvole e le onde del mare, ma soprattutto si divertiva a sfrecciare velocissimo da un posto all'altro; ora accarezzava le fruscianti foglie della giungla, e un momento dopo scompigliava i capelli di una ragazza che ballava una samba per la via. Solo la sera si calmava, e andava ad accucciarsi tra i raggi di una stella. In quei momenti avrebbe tanto voluto essere un bambino, per scoprire com'è l'abbraccio di una mamma. Fu così che un giorno di marzo il Dio-vento divenne un bimbo paffuto e bellissimo di nome Ayrton, dai grandi occhi neri sgranati sul mondo. I genitori e la sorellina, che lo adoravano, si accorsero subito che aveva qualcosa di speciale: era come se nelle sue vene scorresse velocità alla stato puro. Anche senza accorgersene, Ayrton cercava le stesse emozioni di quando era un Dio del vento. La mamma non sapeva se ridere o arrabbiarsi per quel monello che, nel provarsi le scarpette, sceglieva sempre quelle che facevano la scivolata più lunga, e usava il suo carrettino giocattolo per buttarsi a rotta-di-collo nelle discese più ripide. Biciclette, automobiline, skate-board, era sempre la stessa storia: lui voleva andare più forte, ancora più forte... Nemmeno i ragazzi più grandi erano ormai capaci di tenergli testa, allora Ayrton si creò un amico invisibile da sfidare: il vento. Del resto i venti gli avevano sempre parlato, e in certi momenti lui si sentiva quasi uno di loro. E lo era, perbacco se lo era, una guizzante scintilla divina in cerca della sua strada. A un certo punto il padre comprese che le piste di go-kart, dove lo accompagnava per tutto il Sud America, non bastavano più ad Ayrton, ci voleva una magica pista che dal cuore del Brasile lo portasse agli estremi confini dell'universo. Così lo lasciò andare, lasciò che volasse in Inghilterra, per sbalordire il mondo con un'impressionante serie di vittorie nelle categorie minori e misurarsi poi nell'affascinante e insidiosa F.1. Può un vento essere imprigionato nell'abitacolo di una monoposto? No, se ne stava quieto prima del via, studiando quali fossero le traiettorie migliori per essere più veloce, e...vrooom... s'intrufolava subito nel motore trasmettendogli forza, potenza, voglia di vincere. Sembrava che al giovane Ayrton tutto riuscisse facile, quasi naturale, ma anche gli dei hanno le loro debolezze. L'importante era sacrificarsi, riuscendo a trasformarle in nuovi punti di forza. Nelle sue scorribande da Dio del vento, Ayrton amava il sole e la spuma del mare, raramente si divertiva ad accumulare nuvoloni neri con cui inzuppare la gente della terra fra tuoni e lampi. La pioggia era un elemento di disturbo per lui, perché rallentava la sua velocità. Continuò a pensarla così anche quando da umano correva sui kart, ma decise che niente al mondo avrebbe dovuto frenarlo. Così più diluviava, più lui si allenava, non sentiva né freddo, né stanchezza, pensava solo a domare quell'acqua, a trasformarla da nemica in magico scivolo su cui volare verso la vittoria. E la cosa che gli riuscì benissimo, tanto che un giorno i giudici dovettero fermare la gara per impedire che un ragazzo partito nelle retrovie, umiliasse tutti andando a vincere la gara sotto il nubifragio. Ma quel giorno il mondo s'inchinò ad Ayrton, incoronandolo "Magic", mago della pioggia. Un brivido nuovo percorse tutti, come un vento di felicità.Ne rimase scosso anche il Professore, perché intuì che non poteva certo dar lezioni di velocità a chi correva libero e scanzonato come il vento. Sarebbe stata dura imbrigliare quel ragazzo, ma se non ce l'avesse fatta da solo, avrebbe usato manovre sporche, come quel giorno. Il Professore correva per un team favoloso, con cui si sentiva invincibile, ma i limiti sono fatti per essere oltrepassati e questo era il giorno preferito di Ayrton. Più forte, sempre più forte... in breve Magic, entrato nello stesso team, divenne campione del mondo, e le bandiere verde e oro sventolarono festose nel cielo, come quando a gonfiarle era un giovane Dio del vento.

La ricchezza e la gloria possono cambiare il cuore di molti uomini, non quello puro di Ayrton, che attraverso la velocità cercava il Signore di tutti gli universi. L'aveva sfiorato mille volte nelle sue scorribande tra le nuvole, senza tuttavia incontrarlo veramente. Gli capitò un giorno, proprio quando era in testa all'ingresso di un tunnel. E gli costò la più superba delle vittorie, ma ne valse la pena.

Cercò di dirlo a tutti, per portare gioia, speranza, come faceva da Dio del vento spargendo ovunque profumo della primavera. Questa volta però non tutti compresero, anzi alcuni si fecero beffa di lui. E una lacrima inumidì le ciglia del timido vento che non poteva più rifugiarsi tra le stelle. Più forte, sempre più forte, Ayrton correva in modo divino, facendo crepare d'invidia il Professore e i suoi fans. Il secondo titolo mondiale si avvicinava, sembrava il secondo di una serie infinita, e sarebbe stato bello conquistarlo in Giappone, una terra che venerava da sempre il coraggio, la lealtà e il valore degli eroi. Tuttavia neanche gli dei possono nulla contro la cattività degli uomini, e Ayrton subì un'ingiustizia clamorosa, che per un attimo gli fece venire voglia di mollare tutto, tramutarsi in tornado e spazzare via l'arrogante prepotenza del Professore e dei suoi amici. Si limitò a tornare dalla sua famiglia, tuffandosi nell'abbraccio azzurro del mare per placare la rabbia. Fu così che Dio-vento divenne umano anche nel profondo del cuore, pregustando un piacere mai conosciuto prima: il piacere della vendetta. Un anno dopo, nella stessa pista Giapponese, Magic restituì al Professore lo sgarbo subito, e fu chiaro a tutti che era giusto così. Giusto si, ma certamente poco divino, Ayrton non si sentiva più leggero e spensierato come quando sfrecciava per i sentieri del cielo. A restituirgli il sorriso giunse un Austriaco maestro di scherzi, che aveva preso il posto dell'inviperito Professore. Con lui in squadra Magic si sentì meno solo, e alla fine di un'emozionante cavalcata divenne per la terza volta campione del mondo. Nessun record sembrava più precluso, del resto chi può porre limiti al vento?

Già, il vento... A volte Ayrton sentiva che gli mancava qualcosa, come se non fosse del tutto libero di sprigionare la sua velocità.

Altre macchine erano divenute migliori della sua, correre così era come affrontare un duello disarmato. Cambiare scuderia divenne indispensabile per tornare a vincere, a sentirsi vivo.

E l'anno del quarto titolo sarebbe stato indimenticabile anche per la realizzazione di un vecchio sogno. Nella sua terra il Dio del vento aveva visto troppi bambini abbandonati, vestiti di stracci e raggi di sole, avrebbe voluto colmarli di regali, ma non aveva che piume colorate e un aquilone da donare, con un dolce fruscio di speranza. Ora invece Ayrton poteva aiutare certamente migliaia di quei meninos, e il simbolo del suo progetto era un monello tenero e scatenato come lui. Tutto sembrava dunque andare per il meglio, ma nessuno conosce le trame del Signore di tutti gli universi.

La nuova macchina si rivelò per Magic molto più capricciosa del previsto, egli dovette lottare, e non poco, come quando tra le nuvole doveva battersi contro la furia di mille venti contrari. Venne la primavera, e in Italia accadde qualcosa d'inaspettato:un ragazzo, un collega di Ayrton, morì nelle prove di qualificazione. Magic ne rimase sconvolto, cercò in tutti i modi di fermare la gara del giorno dopo, ma non vi riuscì, e non ebbe la forza di ribellarsi a quel mondo che già da tempo lo aveva deluso e disgustato. Pensò allora di vincere per sventolare all'arrivo la bandiera del compagno morto. Balzò subito avanti a tutti, più forte, ancora più forte... Un attimo, un piantone spezzato, e un'invisibile luce che saliva purissima fino al Signore di tutti gli universi. Fu così che Ayrton tornò a farsi vento, per sfrecciare libero e leggero tra le stelle, cieli immensi e arcobaleni. Più forte, ancora più forte... no, c'era troppo dolore sulla terra, troppo sgomento per l'Eroe che tutti credevano immortale. Si fermò lieve tra i capelli delle ragazze, sui cappellini dei bimbi, si fermò tra le lacrime di sua madre e di tutti i fans e a ciascuno sembrò quasi di sentire una carezza insieme a una dolce promessa:


"Sono il Dio del vento, non posso lasciarvi, sarò con voi per sempre, per sempre....".

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Non arrenderti mai....


Ultima modifica di Harlock il Dom Mar 14, 09:44:18, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Ven Nov 06, 13:44:25    Oggetto: Adv






Torna in cima
Livio

Ospite















MessaggioInviato: Ven Nov 06, 18:49:25    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

... che dire... non mi emoziono facilmente a leggere articoli di questo tipo, ma stavolta...
Buena Vida Magic e che Dios Te mira siempre...
Torna in cima
Harlock




Admin

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 48
Registrato: 20/10/09 23:35
Messaggi: 3888
Harlock is offline 

Località: VE-Mestre





italy
MessaggioInviato: Sab Mar 13, 22:11:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Un altro "start" del circo della F1, ed un altro piccolo omaggio a "O Rei" !!!

Indimenticabile l'omaggio del grande Lucio Dalla :
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


E poi ...

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


E per chi volesse una "storia piu' completa", ecco la prima di 12 puntate :

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Non arrenderti mai....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Altea




Iscritti


Età: 51
Registrato: 24/10/09 11:09
Messaggi: 979
Altea is offline 







italy
MessaggioInviato: Dom Mar 14, 09:53:58    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

un pensiero va anche alle persone che lo hanno amato nella sua vita privata, amare il vento e lasciarlo essere tale è come essere il vento stesso.
_________________
Sono io il signore del mio destino il capitano dell'anima mia-Nelson Mandela
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Altea




Iscritti


Età: 51
Registrato: 24/10/09 11:09
Messaggi: 979
Altea is offline 







italy
MessaggioInviato: Dom Mar 14, 09:58:16    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

al dio del vento e signora

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Sono io il signore del mio destino il capitano dell'anima mia-Nelson Mandela
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Annica




Moderatori

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 33
Registrato: 23/10/09 09:40
Messaggi: 1570
Annica is offline 

Località: VR
Interessi: Biochimica, Bioenergetica, Psicosomatica, Astronomia...
Impiego: Operatore Bioenergetico
Sito web: http://sezioneaureastu...


italy
MessaggioInviato: Dom Mar 14, 10:22:42    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Grazie Spy, commovente, davvero...
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Pagina Facebook: Sezione Aurea, Studio di Energia Vibrazionale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger Skype
Man




Moderatori

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 62
Registrato: 21/10/09 14:16
Messaggi: 666
Man is offline 







italy
MessaggioInviato: Dom Mar 14, 21:57:24    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Mi ha commosso di più, molto di più quando in un servizio TV sul Darfur, hanno inquadrato un bimbo sdraiato ai bordi della strada,.. stava morendo di stenti e di fame e i suoi occhi disperati e puri sembrava chiedessero attoniti all'operatore perchè, perchè?
Non mi commuovo di chi sceglie di rischiare la propria vita dietro inimmagginabili compensi .., correndo a 300 km orari con bolidi che costano centinaia di milioni di dollari.....non mi commuovono questi morti ne mi emozionano le enfasi con cui si ricordono, ma onoro sempre il dolore dei suoi familiari.
Ma è giusto che ognuno pianga i suoi morti!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Harlock




Admin

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 48
Registrato: 20/10/09 23:35
Messaggi: 3888
Harlock is offline 

Località: VE-Mestre





italy
MessaggioInviato: Lun Mar 15, 09:00:55    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Si Man ti quoto perfettamente, ma sai, l'impegno nel sociale di Ayrton era reale e puro, dava veramente delle cifre consistenti per aiutare i "ninhos de rua", cercava in tutti i modi di portare alla luce i drammi che si continuavano a perpetrare nella sua terra dalla quale ebbe la possibilità di emergere, tanto che la sorella Viviane continuo' la sua fondazione "ayrton senna fondation".

Era già ricco di suo e nn aveva bisogno di andare ad affrontare questo mondo rischioso e cinico, poteva starsene beatamente in panciolle a gozzovigliare con i soldi di famiglia che oltretutto contrasto' la sua scelta, non aiutandolo nella sua folle fuga verso l'automobilismo professionista.

Visse per anni in miseria condividendo una roulotte con amici, si vendette tutto quel che era riuscito a portarsi via per noleggiarsi le prime vetture e da li' emerse la sua superiorità incontrastata alla guida.

Per questo il personaggio mi ha toccato molto, il brasile si fermo' per 3 giorni alla sua scomparsa, perchè era l'icona di un paese intero, poveri compresi.

Certo, i veri drammi sono ben altri e son ben lungi da "santificarlo"..... concordo.

Oltretutto le vittime in questo sport si contano a centinaia, ma è indubbio che c'era qualcosa di particolare in questo brasiliano triste.... Raramente dopo cosi' tanto tempo dalla scomparsa si ricorda ancora una leggenda, neppure Gilles ebbe un seguito cosi' grande, segno che c'era qualcosa di "Mistico" intorno a questo personaggio..

« Mi ferisce che si dica che credo di essere imbattibile a causa della mia fede in Dio. Ciò che voglio dire è che Dio mi dà la forza e inoltre che la vita è un dono che Dio ci ha dato e noi siamo obbligati a mantenerlo con cura. »

Il rapporto di Ayrton Senna con la religione aveva radici lontane, nella sua famiglia, nell'educazione ricevuta dalla madre. Nella sua valigetta personale Senna portava con sé la Bibbia e prima di ogni partenza ne leggeva un passo.

In una intervista, dichiarò di aver visto Dio accanto a lui, sullo schieramento di partenza del Gran Premio del Giappone del 1988.

Sulla sua tomba, a San Paolo del Brasile, è scolpita una citazione dalla Lettera di Paolo ai Romani 8,39: «Nada pode me separar do amor de Deus» in italiano Niente mi può separare dall'amore di Dio .

Ed un piccolo link su quello a cui mi riferivo prima :
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!



Ed un altro piccolo spezzone per capire com'era l'uomo prima del pilota :
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!


Insomma senza dubbio ... un tipo molto particolare.

_________________
Non arrenderti mai....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Harlock




Admin

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 48
Registrato: 20/10/09 23:35
Messaggi: 3888
Harlock is offline 

Località: VE-Mestre





italy
MessaggioInviato: Mer Mag 01, 16:57:26    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Non arrenderti mai....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Un po' di tutto... Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Energia Nuova topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008